Bashkimi Kombëtar
Mirë se erdhë në forum " Bashkimi Kombëtar "
Qëndro i lidhur me ne ! Disponim te këndshëm të kontribojm për kombin larg ofendimet dhe zënkat...



 
ForumForum  PortalliPortalli  GalleryGallery  RegjistrohuRegjistrohu  identifikimiidentifikimi  

Share | 
 

 Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi

Shiko temën e mëparshme Shiko temën pasuese Shko poshtë 
Shko tek faqja : Previous  1, 2, 3, 4
AutoriMesazh
Kristaq F. Shabani
Miqte e Forumit
Miqte e Forumit


Male
Numri i postimeve : 11463
Age : 58
Vendi : Gjirokaster, Albania
Profesioni/Hobi : Poetry
Registration date : 04/07/2008

MesazhTitulli: Re: Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi   Tue Aug 17, 2010 11:10 pm

Ho l’ansia amore

Il cielo si è imbrunito
Il mare si è prosciugato
Il bosco si è bruciato
In qualche parte del mondo
L’aereo è andato in fiamme....

Ho l’ansia, amore,
Dammi la tua vista
A piangere, a ridere come una bambina
I miei occhi si sono seppolti
In proffondita dell’acqua dolce...

Ho l’ansia, amore
Il sogno mi si è spento
Dammi il tuo sonno
A sveglarmi in un pratto,
Dove i baci si abbruciacchiano dolcemente....

Ho l’ansia, amore.
Al paradiso verde
Allungami la mano del Sole
A danzare con il seno del vento....

Mbrapsht në krye Shko poshtë
http://kristaniada.tripod.com  http://pegasialwriters.tripod.com
Kristaq F. Shabani
Miqte e Forumit
Miqte e Forumit


Male
Numri i postimeve : 11463
Age : 58
Vendi : Gjirokaster, Albania
Profesioni/Hobi : Poetry
Registration date : 04/07/2008

MesazhTitulli: Re: Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi   Tue Aug 17, 2010 11:10 pm

La vita è un regno intoccabile


Come una foglia distratta d'inverno mi contorco
gemendo sotto le grinfie del sole nero
stanno uccidendo l'amore, l'umanità soffre
dalla mattina alla sera solo le cronache nere
urla feroci di terra arsa
dal sangue di fili di vite spezzate
le giornate si raccolgono in un gomitolo
di pianti di donne e di bimbi

ma quanto vale la vita nel nostro tempo
il mondo si inchioda davanti agli schermi
guardando le vittime di questo secolo
il ventunesimo
il mio cuore pieno di dolore soffre e implora
implora come una donna
basta con la guerra, non uccidete l'amore
la vita è un regno intoccabile.


Mbrapsht në krye Shko poshtë
http://kristaniada.tripod.com  http://pegasialwriters.tripod.com
Kristaq F. Shabani
Miqte e Forumit
Miqte e Forumit


Male
Numri i postimeve : 11463
Age : 58
Vendi : Gjirokaster, Albania
Profesioni/Hobi : Poetry
Registration date : 04/07/2008

MesazhTitulli: Re: Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi   Tue Aug 17, 2010 11:10 pm

Noi siamo figli tuoi       
 
Tu rimani in silenzio
di fronte ai rumori fastidiosi
Nella tua schiena hanno sbattuto torrenti in piena
Ti macchiarono il nome degli indegni
Ma tu, non rattristarti
dipingeremo con la pena dei nostri rinascenti il tuo nome
ti cuciremo le ferite aperte nel corso del tempo
ti medicheremo l’animo incupito dai pensieri
ti accarezzeremo la fronte corrugata
ti annaffieremo dalla secchezza dei secoli
innalzeremo la tua gloria
e orgogliosamente mostreremo al mondo
Che noi siamo figli tuoi, madre Albania.
 


Mbrapsht në krye Shko poshtë
http://kristaniada.tripod.com  http://pegasialwriters.tripod.com
Kristaq F. Shabani
Miqte e Forumit
Miqte e Forumit


Male
Numri i postimeve : 11463
Age : 58
Vendi : Gjirokaster, Albania
Profesioni/Hobi : Poetry
Registration date : 04/07/2008

MesazhTitulli: Re: Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi   Tue Aug 17, 2010 11:11 pm

Nel tuo grembo Kosovo, lasciai un pezzo di cuore



Io, il gabbiano con le ali spezzati dell'Epirio
come l'antico epitaffio volai verso il galeone d'amore
da te, affranta e tormentata Signora nei secoli
vengo a curare le ferite dei miei antenati
cantare insieme la canzone dei nostri bisnonni

Per una goccia d'acqua di fiume Kalama le mie labbra ebbero sete,
presso il cimitero dei caduti di Drenizza bevvero le lacrima delle legende
in cerca di risveglio dalla libertà celeste
Oh Drenizza! Nella lacrima dolore ho appeso la collana d'amore per la Patria
Per la Patria,come una meteora brilla la musa d'amore
sui muri antichi di Vushtrii costruiti della stessa lingua
tradizione e storia

La nostalgia brucia il mio cuore
dall'oltre tomba mia madre mi parla
Figla, figlia mia senti la voce della nazione
Kosovo ed Epirio sono Uno, uno, uno
nient'altro che tutt'uno

Accarezzai il più grande amore umano con le dita di Arta
nel tronco che hanno faticato a sradicare
ma il cuore non sono riusciti staccare dal petto
lì c'era ospitalità ed amore, come la madre aspetta la stessa figlia

Io, il gabbiano con le ali spezzati dell'Epirio
lasciai un pezzo di cuore alla soglia del nuovo secolo di luce

Mbrapsht në krye Shko poshtë
http://kristaniada.tripod.com  http://pegasialwriters.tripod.com
Kristaq F. Shabani
Miqte e Forumit
Miqte e Forumit


Male
Numri i postimeve : 11463
Age : 58
Vendi : Gjirokaster, Albania
Profesioni/Hobi : Poetry
Registration date : 04/07/2008

MesazhTitulli: Re: Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi   Tue Aug 17, 2010 11:11 pm

Chiedo la tua benedizione


La tua benedizione chiedo
non tormentarmi
le palpebre sono chiuse sotto il fulgore delle lacrime
dorme il desiderio su un letto di rugiada mattutiina
l'anima si scompone su una pozzanghera di frantumi
aspettando un solo sorriso
mi chiedo se si sono arrugginiti i cancelli
mi chiedo se la felicità si colora di ruggine
Mbrapsht në krye Shko poshtë
http://kristaniada.tripod.com  http://pegasialwriters.tripod.com
Kristaq F. Shabani
Miqte e Forumit
Miqte e Forumit


Male
Numri i postimeve : 11463
Age : 58
Vendi : Gjirokaster, Albania
Profesioni/Hobi : Poetry
Registration date : 04/07/2008

MesazhTitulli: Re: Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi   Tue Aug 17, 2010 11:11 pm

Chiedo la tua benedizione
non tormentarmi lasciandomi davanti ad una porta chiusa
nel corso dei secoli si allunga l'attesa
i miei amori appesi come i punti interrogativi
le mie decisioni, testamento impolverato
nei cassetti di una coscienza assassinata

La luna mi osserva come specchio della morte
le stelle come dei mostri mi seguono
sento il dolore sfinito della menzogna
il buio stende le lenzuola sulla vita di tutti i giorni

Chiedo la tua benedizione
a vivere, ascoltami perché sono un essere umano
e chiedo la tua benedizione
di essere un sogno dentro i tuoi occhi.



Mbrapsht në krye Shko poshtë
http://kristaniada.tripod.com  http://pegasialwriters.tripod.com
Kristaq F. Shabani
Miqte e Forumit
Miqte e Forumit


Male
Numri i postimeve : 11463
Age : 58
Vendi : Gjirokaster, Albania
Profesioni/Hobi : Poetry
Registration date : 04/07/2008

MesazhTitulli: Re: Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi   Tue Aug 17, 2010 11:11 pm

La mia strada sotto alle lastre di cristallo
Ammiro lo splendore di questa strada di cristallo
respiro il profumo delle mimose
che convivono con il mio nome, in un ramo, in un fiore
in un' anima, in un flert...
Splende, dormichia, si imbruna
e di nuovo si illumina
come un fanarino invaso dal fumo

Ah, la mia strada sotto le lastre di cristallo
che l'ombra ti fanno i rami grigi del teglio
dove i sogni rimangono svegli
come le risate dei bambini
dalla riva del mare provviene il suono delle onde e di una chitarra
che parla col vento nello stesso linguaggio
fatto di parole d'amore.


La signora albanese



Mi ubriaca il desiderio
di stare sotto il salice piangente vicino al fiume
sotto la quercia di fronte alla montagna
si illumina il buio
il miraggio diventa forte...
come te, fior di tiglio
profuma la mia pelle
Baciami il cuore, tu, brezza di primavera
ed io aprirò le mie ali di aquila
volare nel cielo con il passo del sole
a mostrare con orgoglio
dall’ Albania vengo, sono la tua signora.


Sotto le stuoie impolverate


Quando il tempo si nasconde sotto le stuoie impolverate
si alza un muro fatto di pelle e ossa
tu segui il mio sguardo perso
nella pietà per le pietre che marciscono
sotto il peso degli amori murati
ai tramonti fatti a pezzi
nel grembo di una luna ceca
nel petto di un sole zoppo
dipinto sciupato
sotto le stuoie affumicate....

Mbrapsht në krye Shko poshtë
http://kristaniada.tripod.com  http://pegasialwriters.tripod.com
Kristaq F. Shabani
Miqte e Forumit
Miqte e Forumit


Male
Numri i postimeve : 11463
Age : 58
Vendi : Gjirokaster, Albania
Profesioni/Hobi : Poetry
Registration date : 04/07/2008

MesazhTitulli: Re: Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi   Tue Aug 17, 2010 11:12 pm

Lo so cosa stai pensando

Non sei qui, non posso vedere il bagliore degli tuoi occhi
ma so cosa stai pensando
ti prego non dirmelo
il cielo si copre con le nuvole
e tutto diventa grigio
le nuvole corrono, corrono
dietro ad un tappeto rosso
specchi di scheletri
si tingono in blu
le tende di seta nera
danzano col vento
vogliono scavalcare la soglia

Lo so che tu lo sai
ma se puoi, non dirmelo
ed il perché non chiedermi
oggi è cosi
vedo rami spezzati di sorrisi
domani chissà
forse le rose foreranno
forse il spazio profumerà di rose del desiderio...


Mbrapsht në krye Shko poshtë
http://kristaniada.tripod.com  http://pegasialwriters.tripod.com
Kristaq F. Shabani
Miqte e Forumit
Miqte e Forumit


Male
Numri i postimeve : 11463
Age : 58
Vendi : Gjirokaster, Albania
Profesioni/Hobi : Poetry
Registration date : 04/07/2008

MesazhTitulli: Re: Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi   Tue Aug 17, 2010 11:12 pm

Voglio fumare una sigaretta



Voglio fumare una sigaretta, anche se è vietato
ho voglia di fumare una sigaretta anche se...
è veleno e mi danneggia
ma forse voglio morire
non sopporto questa tempesta che batte dentro il mio petto
benvenuta la multa
tanto non me ne frega

Il mio amore, una colomba ferita
fa fatica a respirare
sta morendo sotto le unghie del dolore
che invade le sue cellule
col cuore sotto pressione...
voglio fumare una sigaretta
proprio qui, in questo bar
e che mi facciano la multa
tanto non me ne frega...
fregature di una vita vissuta vista ad una morale disgustosa e finta
che ti prende come uno pesce in una rete...
Mbrapsht në krye Shko poshtë
http://kristaniada.tripod.com  http://pegasialwriters.tripod.com
Kristaq F. Shabani
Miqte e Forumit
Miqte e Forumit


Male
Numri i postimeve : 11463
Age : 58
Vendi : Gjirokaster, Albania
Profesioni/Hobi : Poetry
Registration date : 04/07/2008

MesazhTitulli: Re: Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi   Tue Aug 17, 2010 11:12 pm

Lui,
il mio amore se ne è andato
lasciandomi la sua ombra tra le mani
si è innamorato di un altra...

La mia anima
ancora
conserva le rose della bontà
un giorno forse arriverà
la persona giusta che gli raccoglierà...
Intanto mi fumo una sigaretta...
Mbrapsht në krye Shko poshtë
http://kristaniada.tripod.com  http://pegasialwriters.tripod.com
Kristaq F. Shabani
Miqte e Forumit
Miqte e Forumit


Male
Numri i postimeve : 11463
Age : 58
Vendi : Gjirokaster, Albania
Profesioni/Hobi : Poetry
Registration date : 04/07/2008

MesazhTitulli: Re: Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi   Tue Aug 17, 2010 11:12 pm

L’aureola della fortuna



Era così bella quella notte, cosi bianca
la mia anima si abbandonò perfino al primo bacio
il letto divino cosi trasparente
che i fiori della notte si appassirono
per aprire l'indomani i nuovi boccioli...

Era cosi magica quella notte...
mentre su di me cadevano gigli velenosi
gli spremevo in un bicchiere di cristallo
a curarmi le ferite con il loro veleno...

La lacrima sta appesa sui muri del bacio
L'amore tira le frecce nel vuoto
dove ho sepolto la mia rabbia
gridando con tutto il bagliore dei miei occhi
chi mi rubòò la mia notte bianca
il bacio del secolo che me l'ammazzo..,

Negli abissi della notte si nascondeva il mio cuore
tremante sotto le ceneri della luce
il silenzio rideva con quell'attimo di solitudine
L'aurora del destino mi mormorò
“di se stessa è schiava la donna in amore”


Adoro le onde del mare


Adoro le onde del mare
lì, dove risplende l'amore
sotto il magico splendore della luna
appare l'avidità della passione

amo il fruscio degli abbracci
della natura del mare e quella della gente
i baci appassionati delle onde
cadono sui piedi dei granchi
gli innamorati sciacquano le loro emozioni
sui piedi della luna

mi attornio del colorito blu del cielo
da dova prendono il colore i miei occhi
pellegrina eterna delle avide anime
gelosa accarezzo i baci
perché le onde rimangono sempre innamorate
mentre l'amore tra la gente
fa spesso una triste fine


La mia viuzza

In un piccolo angolo della mia viuzza
Ho nascosto un sogno
Un sogno che mi tormenta, e mi sveglia…
Di sera quando i desideri coglievano fiorellini di fuoco
Nelle ali del vento estivo che ballava con l’orizzonte
Le dita melodiose del cuore
Scolorivano il colore del midollo, sino alla tentazione.
La mia viuzza inorgoglita è coperta
Di fogliame, dai sogni del crepuscolo spezzato...

Mbrapsht në krye Shko poshtë
http://kristaniada.tripod.com  http://pegasialwriters.tripod.com
Kristaq F. Shabani
Miqte e Forumit
Miqte e Forumit


Male
Numri i postimeve : 11463
Age : 58
Vendi : Gjirokaster, Albania
Profesioni/Hobi : Poetry
Registration date : 04/07/2008

MesazhTitulli: Re: Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi   Tue Aug 17, 2010 11:12 pm


L’isola del silenzio


Stasera mi fa paura il tempo
vedo colori scuri, buie sono le strade
convivo con la voce del silenzio
estranea ai suoni, le canzoni ed i pianti

stasera mi fanno paura le notizie
all'amore per la gente ho scritto migliaia di lettere
gli ho spedito la Bibbia ed il Corano
ancora non è arrivata nessuna risposta

Stasera mi fa paura persino la mia ombra
mi nascondo nell'isola dell'ipocrisia
ha bloccato le lancette del tempo
sono cinque secoli che non bacio




I desideri degli uomini


I desideri degli uomini sono un tempio dove si offrono e muoiono le promesse
si comincia... ti regalerei il mondo, soffro se non ti vedo
si continua... un invito sulle sue lenzuola dove la luna esclusivamente ha steso la morbida e meravigliosa seta
e infine... oh mia cara, sei veramente la regina del sesso...
e cosi, una dopo l'altra
promesse buttate
nel tempio del sesso e del fuoco bruciante.

Mbrapsht në krye Shko poshtë
http://kristaniada.tripod.com  http://pegasialwriters.tripod.com
Kristaq F. Shabani
Miqte e Forumit
Miqte e Forumit


Male
Numri i postimeve : 11463
Age : 58
Vendi : Gjirokaster, Albania
Profesioni/Hobi : Poetry
Registration date : 04/07/2008

MesazhTitulli: Re: Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi   Tue Aug 17, 2010 11:13 pm

Le sue grazie


Vagabonda tra i giochi di luci ed ombre
si inciampa
nella nebbia
nelle nuvole
nell'invidia

Le sue grazie
sorridono
sotto le radici di un albero
inarcato dalle spaccature…


Vidi...

Vidi gli occhi miei
a sommergersi
ai piedi della notte....
a contorcersi
al buio delle stelle....
Quella notte..
vidi gli occhi miei
a innumidirsi
sotto l’ ombrello della pioggia....


Come un aureola nel suo letto

Sotto la dolce ombra, al buio
entrai come una bambolla nella mano di una bambina
riccamai tutte le cellule
come un aureola nel suo letto....

Lui spogliava senza timore...
Sentendo il calore del respiro...
Le labbra dipingevano le forme di plastica
al vapore dei sospiri....

Oggi lo costodisco sotto al mio vestito
Il profumo della sua pelle
Come una crema spalmabile
prottetiva a prevenire le macchie dal sole nero.

Mbrapsht në krye Shko poshtë
http://kristaniada.tripod.com  http://pegasialwriters.tripod.com
Kristaq F. Shabani
Miqte e Forumit
Miqte e Forumit


Male
Numri i postimeve : 11463
Age : 58
Vendi : Gjirokaster, Albania
Profesioni/Hobi : Poetry
Registration date : 04/07/2008

MesazhTitulli: Re: Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi   Tue Aug 17, 2010 11:13 pm

Il rittrato del fiore

Il tuo rittrato
è come i capelli nella neve
appeso
all’ epitaffio sott’acqua
dove cresce il penducolo dei fiori
inebrianti.


Paurosa trappola


Mentre seguivo con piacere e stupore
i pennacchi multicolori
che il giorno buttava nel fuoco del tramonto
bevevo vino bianco

Curiosa mi solleticava la sera
forte tremava la coppa del vino
il mio corpo si dissolve nella bocca dell'aria

ispirata strappai i fili dei miei capelli
per colorare la mano di una stella
ad accarezzare il peccato bianco!...


Le mani della luna


Stasera la luna
allungò l'oro delle sue mani
e mi accarezzò i capelli spettinati
sentii il mio corpo bruciare come il fuoco
finché mi mancò il respiro
stasera la luna
rubò gli occhi ad una stella
per dar luce al mio buio
il mio sangue infiammò la preghiera del desiderio
le mie labbra si scioglievano nel grembo della luna
le ciglia di una stella battezzavano la mia luce
dai capelli della luna cadevano
gocce di parole d'amore
le mani della luna come se fossero
le vele della barca della mia salvezza...


L’aria

Ieri, prima del' alba l'aria si ubriacò, diventò strana non so...
vedevo e sentivo soltanto dalla cima dell'universo
perché il respiro mancò
la gente andò a prendere le bombole dell' ossigeno
Mio Dio! I morti uscirono dalle tombe e ridevano con i vivi
l'aria si atrofizzò in un isterismo mai visto
le bombole d'ossigeno solo toccavano come le mani d'avorio
i morti gemevano in orgasmo
l'aria si tinge di viola
mise in marcia il suo esercito rovente del tramonto
pronto a creare il nido del romanticismo
L'aria prese le sopracciglia della luna
a vestire e svestire l'una e l'altra...


I petali delle tue ossature


Come aspettai quell' estate, quanto a lungo
Fin’ quando il sole mi abbrustolì la fronte
ed il tramonto mi oscurò la vista
le morbide mani della luna
mi rinfrescarono il cuore
dietro le orme delle onde mi nascondevo
calpestando le ossa delle conchiglie
una brezza leggera mi accarezzò i capelli
nel nido dei capelli biondi
sono rimasti i petali della tua ossatura.

Mbrapsht në krye Shko poshtë
http://kristaniada.tripod.com  http://pegasialwriters.tripod.com
Kristaq F. Shabani
Miqte e Forumit
Miqte e Forumit


Male
Numri i postimeve : 11463
Age : 58
Vendi : Gjirokaster, Albania
Profesioni/Hobi : Poetry
Registration date : 04/07/2008

MesazhTitulli: Re: Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi   Tue Aug 17, 2010 11:13 pm

La tua immagine


Dal sottofondo dell' inferno
mi arriva un filo di voce dolce
come una carezza del sole
in un giorno freddo d' inverno

Oh, mia cara, ti prego non fare pazzie
l'attimo mi ha fatto morire.
Con la tua immagine sorvolo
e sono vivo, anche nella tomba...


Una notte mi abbandonai

Hai nascosto le tue spoglie
dentro il mio desiderio
e mi fa male...

Non ho più un'anima
sorvolò con i suoni
di pazzia, di tristezza, di ira

una notte mi abbandonai
ti diedi tutta me stessa come una matta
non ho più un'anima
il desiderio bianco me l'ha strappata...


La visitatrice della galassia


Mi avvolgo nel manto delle nuvole
ammirando i piu oscuri nascondigli dello spazio
gioco con il buio come lui gioca con me
scavando, cerco di trovare le radici della luce...
E il sole, sussurra dal suo antico culto
“non hai la chiave giusta...”

Mi travesto con l'abito rosiccio del tramonto
ad accarezare i capelli della luna
che aveva appogiato le sue grazie sul grembo delle stelle
mentre amoreggia con l'ombra del sole...

Trattengo il passo, strappo le buie lenzuola
mi affascina una stella che mi segue dolcemente
vieni, mi dice, dammi la mano
visitatrice della gallasia
aggrappati al mio ramo...


L’Amore per la mia città


Nessuno come me conosce l'amore per il mare
le passeggiate all'imbrunire sentendo i mormorii della solitudine
mi faceva compagnia l'ombra della luna
strofinandomi sulla pelle come morbida seta
ad accarezzare le ossa del dolore della lontananza
dicendomi che è solo un po' di malinconia

Per tutta la mia vita ho amato questa riva
che si allunga fino alla città più bella del mondo
Durazzo, dove cantai il mio primo pianto
dove ho messo il mio primo dente
dove ho regalato il mio primo bacio...

all'imbrunire passeggio con la melodia delle onde
e l'occhio della luna disegna la mia ombra
la solitudine mi accoltella alle spalle
mentre cerco i suoni dei gabbiani lasciati in un altra riva
lussureggiante nostalgia mi prende fino al centro del cuore
la mia anima di donna profuma di rose
femminilità sbocciata all'improvviso da un ricordo d'amore
sulle tue onde mio amato mare.


Simfonia della donna innamorata


Pezzi di respiri di una tempesta inaspettata
dipingono il mio specchio
in cerca di un pezzo di sole
a nascondere la lacrima negli occhi
sotto gli alberi impazziti dai fiori

Dolce melodia è il mio specchio
come gli alberi d'autunno
che giocano con le dita del vento
respiro del flauto
la sinfonia della donna innamorata
Brucia la notte dai desideri
sotto l'ombra dello specchio
io gioco con le ceneri della passione
in cerca della fiamma del fuoco
del bacio sotto il grigio cielo

un petalo di rosa è il mio specchio
che si lascia cadere dolcemente sulle mani dell' amore.


Mbrapsht në krye Shko poshtë
http://kristaniada.tripod.com  http://pegasialwriters.tripod.com
Kristaq F. Shabani
Miqte e Forumit
Miqte e Forumit


Male
Numri i postimeve : 11463
Age : 58
Vendi : Gjirokaster, Albania
Profesioni/Hobi : Poetry
Registration date : 04/07/2008

MesazhTitulli: Re: Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi   Tue Aug 17, 2010 11:14 pm

Cerco il rifugio delle rose

Sotto la grandine dorme il mio bacio
il mio amore su un prato coperto con le stelle uccise
il buio vive nell' aria e vola su di me
come l'immagine di una bara tra le nuvole

come rifugio cerco il nido delle rose
che il mio amato mi regalò per l'otto marzo
il profumo che sta raggomitolato dentro i cassetti
mi manda l'ombra delle lucciole che mi bisbigliano


Un bacio voglio, un bacio, solo uno
cerco il nido dei baci e degli incantesimi
dammelo, ti prego sole, sei un mito ed io sono una fata
vivo solo nell' azzurro della luna che sprigiona fuoco
con il respiro degli Dei, con la verginità dell' aria

un bacio voglio, un bacio, solo uno.


Notte bianca

Notte bianca, ti sei sciolta dai suoni delle serenate
come le onde impazzite che corrono eccittate dall’amore
ti osservo, ti vivo come una leggenda.
La natura mi scuote i desideri della nostalgia,
ti prego notte bianca
dormi con me stanotte,
nei seni profumati della vita….

Notte bianca
Oh, che fascino hai stasera!
Le nuvole sembrano più belle
sotto le sopracciglia dei tuoi occhi
ballano come le verginelle oltre l’orizzonte.
Stasera sono la tua amica
ubriacata bevo le tue stelle.

Dormi con me stanotte,
avvolta nel seno profumato della vita…
ho vestito le ossa con le foglie d’alloro
coperte di velluto
illuminate come una lampada
notte bianca,
ti prego dormi con me
sento il suono speranzoso della mia rinascita.



Baciami, dolore abbracciami

Baciami dolore, abbracciami
con le ali dello spudorato tramonto
fammi soffrire mentre mi bruci
affoga nella freschezza le mie bruciature

baciami dolore, baciami
strappami tutto ciò che m' avvelena l'anima
magari anche l'anima stessa
per gioire quel tramonto svergognato

baciami dolore, abbracciami
tra le braccia della seduzione oscura
oltre le nuvole cerco una stella
per farla esplodere
ed assaporare questo raro momento.


Attimo pericoloso

La notte mi trasmette la sua febbre
dondolante sull'altalena della luna
mi invita verso l'altare del peccato
gli occhi si spalancano affamati
comincio a flirtare con le stelle
sono presa dall’ angoscia del momento

L'attimo è sordo e gli manca la voce
non fa e non accetta promesse

L'attimo è pericoloso, impetuoso come l'uragano
allunga le braccia e mi rapina
Lo sento
perché trema tutto il mio essere
lusingato dalla pazzia
di un attimo d'amore fuggente.


Nascondermi alla nostalgia


Non so come posso nascondermi alla nostalgia
cancellare l'indimenticabile ricordo
quando, dentro di me il suono di un bacio
dolcemente scuote le ali della solitudine...

Non so come scappare alla nostalgia
che sta appesa sulle sopracciglia del tuo sorriso
come una finestra primaverile
da dove contemplo i petali del sole...

Nuda e cruda la nostalgia ha ormai messo via i desideri
va e torna come gli uccelli migratori
pazzamente ingannata dal suono di un bacio...

Amore, se qualche volta ti senti solo
bussa con il tuo cuore alla mia porta
ti scioglierò tra il verde
ti coprirò con fiori di viola
ti accarezzerò con il canto della mia anima

Non so come guarire dalla nostalgia
là, dove dorme ondeggiante la malinconia
dove dolci parole d'amore innocente
si risvegliano nell' oasi dello tuo sguardo verde.


In quale letto dorme il mio amore


Ogni volta che dipingo nella mia mente la tua immagine
come un mostro l'ombra mi morde
nelle notti di buio tempestoso
dimmi cosa mi sta succedendo
amore mio dove ti sei nascosto

ed il mio vestito azzurro
che fluttuava di respiri d'amore
mi chiamavi onda e ti tuffavi
in cerca della felicità dell' attimo

Ti cerco nelle notti amore mio
sorridente, felice, gioioso
La mia anima dispersa tra l'odio e il dolore
che non riceve mai una risposta

A me rimane solo di amare il dolore
maledetto dolore
benedetta tristezza quanto per te prego
voglio vederti felice, un' albero in fiore
sei rimasto spoglio, ricordo l'inverno
che non gode la freschezza del crepuscolo
non beve la lacrima di luna
gli occhi del sole non ti gioiscono...

qualora disegno il tuo ritratto nella mia mente
chiamo il tuo nome nelle ore pazze
come un canto all' inganno antico
la voce mi chiama molto lontana e troppo vicino
chi lo sa, chi mi può dire
in quale letto
dorme il mio amore adesso...


La ballata dei tuoi baci

Il bacio che ti ho dato nel paradiso...
peccato l'hai chiamato
sento ancora la sorgente del tuo eterno respiro
sulla mia pelle
quando il tuo bacio cantò dolcemente
con il mio
La gelosia tirò le sue frecce
creò un folle, pazzo culto
affinché di dire l'un l'altro
Addio
Amore
ho freddo
sulla soglia del silenzio, invece di una porta,
ricamato con i fili della tua mancanza,
sta il tuo ritratto
la sua ombra, come nella leggenda una lacrima brilla
Li senti i suoni che bruciano nel fuoco di Dante
di Shakespeare, di Petrarca, di Essenin
Oh amore!
Mi sto sciogliendo nella primavera di Botticelli
mi rapina e mi porta via la ballata dei baci
voglio abbracciare l'universo con le ali dei suoni felici
nella partitura della mia vita, l'amore per te voglio scrivere.



Buon natale


Ogni anno ci fai sempre sognare caro Babbo Natale.
Ogni anno cresce sempre di più un filo di speranza
che come un Falco cerca di volare sempre più in alto.

Vorrei che il mio cuore si trasformasse in un albero natalizio,
e ogni ramo fosse un fiume di gioa
per poter rendere felici tutti i bambini del mondo.

A regalare un abbraccio a quei bambini
che la vita non ha sorriso come ai suoi coetanei.
A quei bambini che non hanno la pancia piena
e nei loro rittrati leggi la povertà e la sofferenza.

Oh , quanto desidererei donnare un sorriso a quei bambini
soli dall’impossibilità.
A quelle persone che sono lontane dalla propria terra e dalle loro mamme.
A quei piccini che vivono la guerra
che al posto di un giocattolo pestano i campi minati.
A quelle persone che nel loro cuore covano l’odio
vorrei regalare un pizzico d’amore.
A quelle persone che vivono nel buio totale
regalare un filo di luce ad illuminarle

Perché dove c'è luce, umanismo, amore, pace
c'è vita.
Vita
Questo dono prezioso che il Signore ci ha regalato.



Mbrapsht në krye Shko poshtë
http://kristaniada.tripod.com  http://pegasialwriters.tripod.com
Kristaq F. Shabani
Miqte e Forumit
Miqte e Forumit


Male
Numri i postimeve : 11463
Age : 58
Vendi : Gjirokaster, Albania
Profesioni/Hobi : Poetry
Registration date : 04/07/2008

MesazhTitulli: Re: Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi   Tue Aug 17, 2010 11:14 pm


La mia mano


Allungo la mia mano sinistra
verso il sorgere del Sole
a sfiorare la tua
arrugginita
nelle catene del silenzio

l'ombra delle mie mani allungo
a tastare le dita della nostalgia
gli occhi del Sole
scivolano
sui piedi gelidi della Terra

la mia mano
l'ombra di un Dio
sta appeso
nei capelli del vento…


Le vene della luce


Vivo nella mia isola
senza nome
senza colore
senza suoni
circondata dai bastoni della morale

Il nido di solitudine
una ghirlanda d'allori ha sul tetto
schiaccia il morale giurato
di un amore sfortunato
chiuso dietro le porte arrugginite

Vivo nella mia isola
il mio rifugio di solitudine
m'invita al peccato
con le arterie della luce
nella laguna
dove si innamorano le melme.




Di fianco alla tomba in lacrime ti aspetto

 
Oh, amore mio, tu viaggi
In bocca ad una vita bugiarda ...
Dormo di fianco alla tomba piangendo e attendo ... attendo ...
Sotto l'ombra della quercia che battezzammo insieme
il sorriso dimenticato, spezzato dalla memoria
come i fulmini nel cielo sereno ...
Sotto quelle ombre, meravigliose nacquero i miracoli
nel giardino delle mitologie ...
Con i lacci del mio respiro
Avvolsi il tuo corpicino
come le foglie d'oro ...
che richiedono l’albero del futuro...
 



Spine di boccioli non sbocciate


Dormicchia nel mio petto il canto del mormorio
conforta il dolore d' emigrazione
spine di boccioli stringono l'alba del mio respiro
che sfugge agghiacciata alle mattine non sbocciate
nelle strade della mia città antica

È un po’ di tempo che non respiro la sua aria
Non sento il rumore delle onde
Non apro le finestre blu del cielo
Non vedo il volo delle rondine della sua primavera
non sento Il canto degli uccelli
Che mi facevano compagnia nel mio cammino
 
Non vedo i colori delle farfalle in volo
Non bevo la lacrima della rugiada,
come una volta la coglievo con le mie mani
a lavarmi di emozioni…
Adesso, quando la notte si rompe sugli 
scogli dell'alba
apro la finestra della mia solitudine 
la maledizione appesa nel barlume di luce
della mia città amata
mi manca il canto del gabbiano che ho abbandonato
ho perso il midollo della mia anima
nei tramonti amoreggianti con le onde
cuore di donna è tutto il mio essere
brucia nell'azzurro fino a diventare cenere...
per la mia città
voglio ritornare e rinascere.
 

Intreccio di emozioni

Per una notte diventai tua amica
amica di una notte
mi accorsi dei colori caldi dentro di te
Il mio cuore creò un nido
con la forza dei colori come
nei dipinti di Michelangelo
conversai con il tuo sguardo
componeva note di respiri
negli mie occhi infiammati...

per un' attimo mi sono persa
commossa nella nostalgia
mi accecai lo splendore della tua pelle
sognai ad occhi chiusi
viaggiai nei spazzi mai sognati
e dolcemente mi svegliai
felice e contenta
dal tuo petto si senti una crepa al cuore
udi suoni...
come donna ti desiderai...

quando bussa la luce, su di lei l'ombra sottoscrive;
“sono dentro i tuoi sensi
in profondità del tuo essere
come la sincerità, come la purezza...

ogni mattina coi colori accesi
e con il profumo delle magnolie
mi ricorda il mio cavaliere di una notte
in un intreccio delle emozioni.



Albania mia, il mio amore, il mio dolore

 
 
Cosi piccola che non mi tiene, cosi grande come il mondo
Albania, l'aria, l'acqua, il pane, il castello, le spine
paese che amo, paese che odio ???
Albania mia, terra prescelta dagli dei
le montagne, occhi belli del sole
il mio amore viaggia sulle antiche spalle
la mia nostalgia ha un nome, emigrante
L'aquila mi segue in tutte le tempeste
in tutte le mie sfide
con me stessa e con il mondo moderno
coi destini inchiodati negli scaffali d'archivio
 
Albania mia, orgoglio legittimo
il tuo nome mi segue nel cuore
il mio amore, il mio dolore.
Mbrapsht në krye Shko poshtë
http://kristaniada.tripod.com  http://pegasialwriters.tripod.com
Kristaq F. Shabani
Miqte e Forumit
Miqte e Forumit


Male
Numri i postimeve : 11463
Age : 58
Vendi : Gjirokaster, Albania
Profesioni/Hobi : Poetry
Registration date : 04/07/2008

MesazhTitulli: Re: Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi   Tue Aug 17, 2010 11:14 pm


Here is the poem in english

I am not ashamed of my name

You despise me, I know,
I see it in the look of your eyes
But I do not feel insulted,
I am not ashamed of my name,
Full of pride for the roots,
The most ancient in the Balkans...
Called Albania.
Many times I get drunk by the desire
To stay as the osier near marshes
When I see the drama of the oak, the gates of houses
I stand drowsy under darkness,
Where the wings of Eagles are flooded by storms...
Every time I walked the bloody pavements
Where their shadow shed tears,
Where the voices of freedom roared
In the dark cheeks of Golgotha...
I embrace my mother,
Column of vowels of Rozafa and Argjiro...
You despise me, I know, I see it in the look of your eyes
But I do not feel insulted, I am an ancient stone
Of the castle built by the Eagle’s heart
Surrounded with linden flowers that cover the black sun.
From the castle window
I sing for the Great Love,
I sing because I am a woman, I am a person,
And you disdain, because you are not like me, you are envious.
I walk proud in the footsteps of history;
in my soul I compressed the image of Mother Teresa
I want to donate only goodness and love to humanity.


White Night

White Night, you’re melted under a crown of serenades
Where waves excited by love knit,
As I see you, I feel you, like in the legend,
The Nature jiggles my nostalgic wishes, so please:
Sleep with me tonight, on the fragrance of life’s breast...
I am not a guest of this path where the black birds migrate
I come from a remote destination, with noble feelings
I’ve deleted scores of pain and frustration
When dawns wept, waving red handkerchiefs...
White Night, o what a sight has fallen upon you this eve
Clouds appear more beautiful under your eyelids
As virgins dancing beyond the horizon ..
Tonight I am your friend, I carouse drinking the stars
Sleep with me tonight, on the fragrance of life’s breast...
I have covered my ribs with laurel leaves
Covered with the velvet of the peaceful sky lamp
White Night, I kneel in front of the pureness
Of the holy water of the Adriatic
Gleaming by the ceremony of the golden rays...
White Night, the sound that gives hope of my revival.


The grip of the black sun

I writhe like a confused winter leave
howling in the grip of the black sun
Love is killed, humanity is weeping
In the mornings, in the evenings black chronicles
By the squeal of the scorched land,
Where strings of bloody life explode.
O my love how much you are howling,
Grim days go, tied up in knots
And come around the crying of mothers and women...
How worthless is life in these dark nights
The whole world is in standstill in front of the screen
In the XXI Century, we see only victims ...
My woman’s heart burns in pain ...
Life is sacred kingdom.


Memory confrontation

Bits of memories, come like soft clouds
Like the smiles of virgin girls
trembling like soft rain on the land’s foot...
Where the image of innocent smiles falls in love
With the sinful love of people.
Bits of memories, like unnamed arrows of light
Yelling in waiting times: just waiting ... waiting ... waiting ...
Seeking the revival of nostalgic waves
Where I am confronted, I emigrate from the present....
I swim to reach the other side, followed by muffled voices....


Albania my love and pain

Albania, my love, my pain
Small as cannot fit me in, big as the whole world
Albania, air, water, bread, castles, thorns
The country that I love and curse.

My Albania, the land most blessed by God
Your mountain ranges, beautiful eyes of the sun,
My love hanging over the ancient shoulders
And the longing for you is called immigrant.

My Eagle, follows me in every storm
In every challenge with myself
In every challenge in the advanced societies
With centuries old fates hanging in the hook of archives ...
Albania my legitimate pride
Your name, my love and pain.




Përktheu Sali Limani

Mbrapsht në krye Shko poshtë
http://kristaniada.tripod.com  http://pegasialwriters.tripod.com
Kristaq F. Shabani
Miqte e Forumit
Miqte e Forumit


Male
Numri i postimeve : 11463
Age : 58
Vendi : Gjirokaster, Albania
Profesioni/Hobi : Poetry
Registration date : 04/07/2008

MesazhTitulli: Re: Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi   Tue Aug 17, 2010 11:14 pm

I ask the roof of roses

My kiss sleeps under the hail
The love on the green with killed stars
The darkness flies as a death airplane on me
The coffin like a statue hidden below the clouds…

I ask the roof of roses
The one that my beloved gave on March 8th
But the scent had remained mousy in drawers
As fire – flies shadow came near me.

Just a kiss I wish, a kiss, only a kiss
I ask for kisses nest, but it is a rare magic
Give it to me, please, you naughty sun, I am a myth, I am a fairy
I live under the blue moon, with fire branches,
with the God’s spirit, with the virgin air, with the longing leaves…

Just a kiss I wish, a kiss, only a kiss….

The kisses saga

Oh, my beloved
The kiss that I gave you in paradise, you called her a sin,
Still I feel the source of yours breath till the aeon
Your kiss sung so sweet with my kiss,
But the jealousy lances raised a madness cult,
To say each – other:
Farewell!

My beloved,
I get cold,
To the silence’s gate
I have embroidered a portrait with longing cords,
Where your shadow shines from the tear of the kiss of legend,

Do you hear the sounds burning to the Dante fire,
And Shakespeare’s, and Pertark’s, and Esenin’s?

Oh, my beloved,
I am melting to the Springs of Botichel…
The saga of kisses is grabbing me,
To the life’s symphony
I grave my love for you.


I am anxious, my beloved

The sky is blackened
The sea is dried
The forest is burned
In a corner of the world
The plane has got into the flames…

I am anxious, my beloved
Give me your eyes
To laugh and to cry like a child,
My eyes are sunk
Like sweet water far into depth…

I am anxious, my beloved
My dream is wiped off,
Give me your sleep
To awake on a green,
Our kisses to get burned sweetly…

I am anxious, my beloved
Our love is groaning
On the green paradise…
Give me the sun’s hand
to dance with wind’s breasts…



I ask your blessing

I ask for blessing,
Do not torture me,
My eyelids has been sunk under the tears rays
The wish sleeps to morning dew bed
The spirit health has pitched a crumbs pool
And they wait for a smile
Are the banisters rusted?
The happiness has taken in rusty color.

I ask for blessing
Do not torture me behin the closed gate...
I have centuries waiting you…waiting…waiting…
Like a question-mark hang the loves
The decisions remained as dusty testament
Into the drawers of killed conscience…

The moon watches me like a death mirror
The stars trace me back as monsters
I feel the broken ache by lies
The darkness expands the sheet of the daily…

I ask for blessing
To live, to feel because I am a human.
I ask your blessing
To be a dream in your eyes.

Mbrapsht në krye Shko poshtë
http://kristaniada.tripod.com  http://pegasialwriters.tripod.com
Kristaq F. Shabani
Miqte e Forumit
Miqte e Forumit


Male
Numri i postimeve : 11463
Age : 58
Vendi : Gjirokaster, Albania
Profesioni/Hobi : Poetry
Registration date : 04/07/2008

MesazhTitulli: Re: Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi   Tue Aug 17, 2010 11:15 pm

White night

White night outspread below the serenade corona
Where the waves excite by the love slot…
Looking at you, I feel you as a legend,
The nature shakes me the longing wishes, so I beg you:
Sleep with me tonight, on the scent of the life’s breasts…

I am not a visitor of that way, where the black birds peregrinate
I come from the distance paths filled with innocent feelings
I deleted the partitures of pain and frustration
When the mornings were mourning with flowing red handkerchiefs…

White night, oh, what grace tonight had fell
The clouds seem more beautiful below your eyelids
And like virgins dance far at horizon…

Tonight I am your girlfriend, and drinking the stars I become drunk.
Sleep with me tonight, on the scent of the life’s breasts…
I dressed my ribs with laurel leaves
Covered with velvet, by the lamp of the peaceful sky…

White night I demean in front the clearness
Of the sacred water of Adriatic
That beams by solemnity of golden rays…
White night, the sound that wakes me from the nightmare…


The fate’s corona

That night was so beauty, so white
Such as my soul was abandoned by the first kiss.
The Holy bed was so transparent
Such as the night flowers the next day got wither
I saw that new buds bloomed.

Was so magic that night
When over me fell the poisoned lilies
And I pressed these in the crystalline glass
To get healed with its poison…

Like ribbon I hung the tears on the kisses’ walls
The love stroke with arrow in abyss
Where I had buried my anger
And shouted with my entire pupil’s power:
Who stole me the white night?
Who killed me the century kiss?

Through the night’s abysses my heart was hidden
And my shakings fearfully move under the ash of brightness,
The silence laughed with the moment oneness…
…and signed the fate’s corona:
A woman in love is the slave of herself!




I live in the island of silence

To night I am afraid by the time…
I see the darken colors and blinded streets
And co live with silence’s voice
Do not hear neither calls nor songs and wailings…

To night I am afraid of news…
I have wrote to humanity millions of love letters
And no responses have taken…

To night I am afraid of myself…
I live at the island of silence, hypocrisy,
The hand-hours have not moved from the waits…
I’ve five centuries I have not kissed.


Përktheu Horald Kulli


Kujdes heren tjeter te sjellni shkrime vetem shqip, perndryshe fshihen shkrimet..
Mbrapsht në krye Shko poshtë
http://kristaniada.tripod.com  http://pegasialwriters.tripod.com
Sponsored content




MesazhTitulli: Re: Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi   

Mbrapsht në krye Shko poshtë
 
Mimoza Sali Shkembim universal vlerash... Poezi
Shiko temën e mëparshme Shiko temën pasuese Mbrapsht në krye 
Faqja 4 e 4Shko tek faqja : Previous  1, 2, 3, 4

Drejtat e ktij Forumit:Ju nuk mund ti përgjigjeni temave të këtij forumi
Bashkimi Kombëtar :: Arti dhe kultura :: Gjuha dhe Letërsia Shqiptare-
Kërce tek: